PERCORSI, IN COLLABORAZIONE CON ARSHAKE E PREMIO TERNA 06 – GIULIO DELVE’ • TERNA 02

Arshake, Arte contemporanea, Interviste
Giulio Delvè è nato a Napoli nel 1984, dove si è diplomato all’Accademia delle Belle Arti nel 2009. Negli anni successivi ha completato la sua formazione grazie ad una borsa di studio alla Weißensee Kunsthochschule di Berlino. Oggi vive e lavora tra Napoli e Berlino, due città care all’artista come centro nevralgico di un lavoro che ruota attorno alla rilettura degli oggetti nelle realtà urbane, spesso prelevati e lasciati decantare in studio. «Se dovessi trovare un’espressione che possa spiegare la mia ricerca – afferma Delvè nel corso di un intervista per Inside Art del 2011 – direi ‘pensiero laterale’, perché le mie opere non sono altro se non un raccoglitore di significati apparentemente sconnessi». «La mia – continua Delvé – è una ricerca artistica che rielabora tutto quello che mi è vicino emotivamente e fisicamente. Mi piace lavorare molto sull’archeologia urbana, cioè su quegli elementi che rappresentano e compongono la nostra società, il nostro vivere quotidiano». Con questo in mente attraversa diversi linguaggi creativi, come fotografia, pittura, video e installazione. «Mi accompagna sempre il concetto del ‘fare scultoreo’ – afferma Delvé – cioè, anche quando scatto una foto ricerco sempre le caratteristiche proprie di un’opera a tre dimensioni, come la profondità o la sua collocazione nello spazio, o ancora la plasticità». Odio il manierismo e per questo mi annoio a lavorare sempre con la stessa tecnica». I suoi lavori sono stati esposti in diverse gallerie e istituzioni, tra cui il Museo Madre (Napoli, 2014); MART- Museo d’Arte Moderna e Contemporanea (Rovereto, TN); Reale Istituto Neerlandese (Roma, 2014); Pastificio Cerere (Roma 2013); Museo Apparente (Napoli, 2013), Maison de L’Amerique Latine (Parigi, 2012), Fondazione Bevilacqua La Masa (Venezia, 2012), Supportico Lopez (solo show, Berlino 2012); Fondazione Sandretto Re Rebaudengo (Torino, 2011); Ambasciata Italiana a Berlino (2011); KW Institute for Contemporary Art and AtelierhauMonbijoupark (Berlino, 2011), Shanghai Urban Planning Exhibition Center (Shanghai, 2010), Fondazione Merz(2009). Dopo il Premio Terna 02 (2009), ha vinto il Talent Prize (Roma, 2011).
Brainstorm, l’opera con cui Delvè ha ricevuto il premio speciale del comitato galleristi nel Premio Terna 02, è una serra artigianale, un’installazione costruita con materiali riciclati: ante di balcone, luci a risparmio energetico, timer e sistema di irrigazione analogico, cartone ed una coperta. Il titolo richiama al concetto di brainstorming una tecnica di creatività di gruppo per far emergere idee volte alla risoluzione di un problema. L’opera è un proseguimento della ricerca di Delvè dove «l’assemblaggio in sé contiene il processo narrativo, il concetto di trasversalità e intersezione, mescolanza di significati causata dalle interazioni di diverse informazioni, di segni che, relazionandosi, danno vita a un terzo significato; riorganizzati e ripresentati a creare nuove associazioni ed ulteriori possibilità».
Intervista completa su Arshake
http://www.arshake.com/portfolio/giulio-delve-%E2%80%A2-terna-02/

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...